I public historian operano nelle istituzioni culturali, nei musei, negli archivi, nelle biblioteche, nei media, nell’industria culturale e del turismo, nelle scuole, nel volontariato culturale e di promozione sociale e in tutti gli ambiti nei quali la conoscenza del passato sia richiesta per lavorare con e per pubblici diversi. Sono public historian anche gli storici universitari che hanno scelto la public history come tema di ricerca e insegnamento o che interagiscono con pubblici esterni alla comunità accademica per fare storia (la storia applicata fuori dall’università viene talvolta chiamata “terza missione” dopo insegnamento e ricerca)
La Newsletter di Giano Public History per essere sempre informati sulle nostre iniziative
Le principali biblioteche e alcuni editori hanno reso accessibile on-line parte del proprio patrimonio, soprattutto quello periodico.
Associazioni, periodici ed Università che trattano la Public History