2009 Convegno Università Roma Tre

La Sezione di Roma, che si onora di essere intitolata alla medaglia d’oro Vice Brigadiere Salo D’Acquisto, è una delle componenti operative dell’A.N.C.F.A.R.G.L. ovvero dell’Associazione Nazionale Combattenti Forze Armate Regolari Guerra di Liberazione. Oltre a quanto è prescritto dal suo Statuto, la Sezione di Roma porta a conoscenza delle università, delle scuole medie superiori quella parte di storia italiana (1943-1945) che in nessun testo scolastico o, comunque in nessuna divulgata ricerca storica appare citata con il dovuto approfondimento e valorizzazione che le spetta. Così, come testimoniato nelle lapidi del piccolo e quasi ignorato monumento di Porta S.Paolo dedicato alla Guerra di Liberazione, ben 530.000 combattenti costituirono il nucleo dello schieramento operativo, 87.000 furono i caduti, 87.000 furono i militari che scelsero di combattere nelle formazioni partigiane e furono 590.000 i prigionieri internati dai nazisti che si rifiutarono di collaborare. Dalla viva voce dei soci combattenti sia nella Guerra di Liberazione, sua logica continuazione, che si vuole soprattutto che si comprenda che quella di quel doloroso periodo fu una guerra totalmente diversa da quella precedente voluta e persa dal fascismo. Era per l’Italia 1’inizio di un “secondo Risorgimento” per una giusta collocazione tra le nazioni democratiche e i soci combattenti della Sezione di Roma, che purtroppo sono sempre di meno, guardano fiduciosi verso i giovani che, coscienti di quanto costò la scelta fatta dai loro nonni, dovranno continuarne con orgoglio l’operato per migliorare ancor di più quanto da loro intrapreso. (Disponibile per il prestito presso la Biblioteca Lorenzo Lodi – RL93)

Università degli Studi Roma Tre. Facoltà di Lettere e Filosofia. Aula Magna. Via Ostiense, 234
data: 20 maggio 2009
durata: 35:13
colore b/n: colore
sonoro: si 
supporto: Ripresa in sede

Crediti
musica: no
autore filmato: Centro elaborazione  dati Roma Tre
voce: Prof.ssa Francesca Cantù, Preside Facoltà di Lettere; Gen. C.d’A. Luigi Poli, Presidente ANCFAGL Nazionale, Prof. Mario Belardinelli, docente ordinario di storia contemporanea.

I commenti sono chiusi.