Corriere di Roma

Quando gli Alleati presero possesso della penisola italiana, il Psychological Warfare Branch (traducibile come “Divisione per la guerra psicologica”) fu un organismo del governo militare anglo-americano incaricato di esercitare il controllo sui mezzi di comunicazione di massa italiani: stampa, radio e cinema. Assegnato alle dirette dipendenze del Comando generale delle Forze alleate (Allied Forces Headquarters, AFHQ), fu attivo nel periodo tra il 10 luglio 1943 (sbarco alleato in Sicilia) e il 31 dicembre 1945 (termine dell’amministrazione alleata negli ultimi territori italiani). L’«Allied Publication Board» fu una sottosezione del PWB. (Fonte WP)

CORRIERE DI ROMA. Quotidiano di informazioni a cura del P.W.B. venne pubblicato dal 6 giugno 1944 al 19 gennaio 1945.

Anno I
Numero 10. Giovedì 15 giugno 1944. Sfoglia e leggi il quotidiano
Furiosi contrattacchi tedeschi diretti ad evitare l’accerchiamento di Caen ed a parare la minaccia contro Cherbourg. Orbetello superata e la rotabile di Orvieto raggiunta. 1461 navi giapponesi affondate da pearl Harbour ad oggi. Lo stile della strage dell’Ardeatina identica a qualla delle fosse di Katin.

Numero 15. Martedì 20 giugno 1944. Sfoglia e leggi il quotidiano
L’avanzata Alleata in Francia, a 13 km. da Cherbourg. Si combatte duramente su Perugia e Città della Pieve. Il governo Bonomi ha la piena approvazione degli Alleati. Dopo la rottura delle ultime difese il cuore della Finlandia è aperto all’invasione.

Numero 24. Giovedì 20 giugno 1944. Sfoglia e leggi il quotidiano
Inglesi e Canadesi combattono la terza grande battaglia sui campi di Normandia. La V Armata avanza lungo le coste del Tirreno. La seconda linea tedesca sfondata nella Russia bianca. La nomina di un comitato di risanamento universitario.

Numero 35. Lunedì 10 luglio 1944. Sfoglia e leggi il quotidiano
La piazzaforte di Caen conquistata dagli Alleati. La liberazione di Volterra, ultimo caposaldo tedesco, sulla strada di Livorno. Travolgente avanzata russa verso i confini della Prussia orientale. Un discorso del Ministro Togliatti. Caserme fasciste a Torino invase da nuclei di Patrioti.

Numero 37. Mercoledì 12 luglio 1944. Sfoglia e leggi il quotidiano
L’Orne raggiunto dall’offensiva di Montgomery. L’Ottava Armata a cinque km da Arezzo. 200 mila tedeschi catturati in due mesi sui fronti europei. La lotta in Normandia procede con estremo vigore. I Patrioti italiani combattono nelle retrovie del Fronte. Nomina di una commissione per indagare sull’eccidio alle Cave Ardeatine.

Numero 38. Giovedì 13 luglio 1944. Sfoglia e leggi il quotidiano
Liberata Castiglioncello, gli Alleati avanzano verso Livorno. Dichiarazioni del Principe Doria e del Colonnello Poletti, risparmiare l’energia elettrica. Il gen. Alexander ai Patrioti italiani. Il commissario regionale di Roma ai Mercati Generali e alla Centrale del latte

Numero 44. Mercoledì 19 luglio 1944. Sfoglia e leggi il quotidiano
La resistenza tedesca a sud di Ancona infranta dai Polacchi. Le Forze Sovietiche puntano su Leopoli. Nelle Marche, in Lombardia, nel Veneto i Patrioti mantengono l’iniziativa. Cosa avviene in Giappone? Le proposte del pubblico per la limitazione del consumo.

Numero 47. Sabato 2 luglio 1944. Sfoglia e leggi il quotidiano
Jesi conquistata dal Corpo Italiano di Liberazione. L’Esercito tedesco contro Hitler. I Russi all’attacco del Bastioni esterni della Germania. Riconoscimento Alleato del contributo dei Patrioti alla Vittoria.

Numero 81. Venerdì 25 agosto 1944. Sfoglia e leggi il quotidiano
Parigi minacciata di distruzione. Disperata resistenza tedesca nella zona industriale di Tolonne. Colloqui di Churchill. Italiani e Polacchi oltre il Metauro.

I commenti sono chiusi.