Donne decorate di Medaglia d’Oro al Valore Militare

Sono 19 le donne italiane decorate con la Medaglia d’Oro al Valore Militare tra cui 15 alla memoria: Irma Bandiera, Ines Bedeschi, Livia Bianchi, Gabriella degli Esposti in Reverberi, Cecilia Deganutti, Anna Maria Enriquez Agnoletti, Tina Lorenzoni, Ancilla Marighetto, Clorinda Menguzzato, Irma Marchiani, Norma Pratelli Parenti, Rita Rosani, Modesta Rossi Palletti, Virginia Tonelli, Iris Versari. Le donne decorate, in vita sono: Gina Borellini (1924-2007), Carla Capponi (1918-2000), Paola Del Din (1923-vivente), Vera Vassalle (1920-1985).

La mostra “Donne : Medaglia d’Oro al Valore Militare” è composta da 20 pannelli, con supporto forex da 5 mm ed un formato 50×70 cm. La scheda di ogni “donna” contiene una breve biografia e la motivazione della decorazione.

Luoghi di esposizione (dal 2015)
Civitella San Paolo (Roma) – Castello abbaziale
Università degli Studi Roma Tre – Scuola Lettere, Filosofia, Lingue
Chianciano Terme (SI) – Hotel Sole
Padova – Palazzo Moroni
Roma – Centro Culturale Municipale “Giorgio Morandi”
Mignano Monte Lungo (CE) – Palazzo comunale
Torino – Museo del carcere “Le Nuove”
Roma – Casa della Cultura Villa De Sanctis Comune di Roma capitale
Roma – Biblioteca “Goffredo Mameli” Via del Pigneto, 22
Roma – Biblioteca “Gianni Rodari” Via Francesco Tovaglieri, 237a
Roma – Teatro Biblioteca “Quarticciolo” Via Castellaneta, 10
Frascati (Roma) – Liceo Classico Statale “Marco Tullio Cicerone”
Vallinfreda (Roma) – Aula “Luigi Saccucci”
Tivoli (Roma) – Cappella San Filippo Neri. Palazzo storico ex Seminario
Castello Tesino (TN) – Biblioteca comunale
Roma – ITIS Giovanni XXIII

Per informazioni, sul prestito in comodato d’uso, scrivere a: info@gianophaps.it o telefonando al numero WA +39 351 892 1867

8 marzo 2017

L’oro di queste medaglie splende per ricordare il coraggio, l’abnegazione, il sacrificio di queste donne per raggiungere la Libertà, libertà che successivamente è stata anche codificata per tutti, a parità tra uomini e donne, con una legge di Stato. Purtroppo, però , libertà e democrazia non è sufficiente siano codificate da una legge per farle diventare reali.   E’ necessario che di esse si compenetrino gli animi e gli intelletti delle persone, ed è ciò che oggi,  8 Marzo Festa della Donna, desidero mettere in evidenza per ricordare l’esempio delle 18 coraggiose, ma anche di tutte quelle  delle quali l’eroismo non è stato conosciuto, suggerendo alle donne di avere ferma volontà di crescere in capacità, cultura e saggezza per fare in modo che la saggia legge dello Stato, della quale stiamo parlando, diventi un bene per la società. Forse allora non sarà più necessario gridare “Non una di meno” .  

Paola Del Din (MOVM)

Mostra esposta presso la Biblioteca del Quarticciolo Roma

I commenti sono chiusi.